Università delle Arti di Berna

FILOSOFIA

Sul pianoforte, « il tatto è un senso altrettanto ricco e forse ancor più essenziale di quanto lo sia quello della vista, dell’udito, dell’olfatto. La tastiera, a seconda che venga accarezzata da una mano « radioattiva » o da falangi inerte, si illumina o si spegne. E`quindi appunto nei riflessi e nelle articolazioni di questi strumenti delicati e potenti allo stesso tempo che risiede per me il segreto dell’arte del pianoforte. »

Marguerite Long

Questa osservazione pertinente è assolutamente attuale se si segue da vicino l’ambiente dei grandi concorsi internazionali e si osserva la direzione presa da numerosi pianisti della nuova generazione, che privilegiano un modo di suonare meccanico – una specie di atletismo – senza porsi la minima domanda nè sulla profondità nè sull’emozione del contenuto di un’opera.

Queste righe mi permettono di presentare in maniera succinta il mio lavoro all’Università delle Arti di Berna.
Non si tratta ovviamente di spiegare quì in dettaglio una lezione, ma solamente di dare un orientamento agli studenti desiderosi di far parte della mia classe sul mio modo di « preparare » la mano e le dita, perché saranno proprio loro a dare al pianista tutti gli elementi necessari per costruire e plasmare un’opera , per estrarne idealmente la sostanza e offrire una gamma interessante di colori, di prospettive, piani sonori, giochi di luci e ombre.

Rivolgerò l’attenzione a questi aspetti per permettere ad ognuno una più grande padronanza della tastiera ed ottenere così un « legato » di qualità, delle sonorità vigorose e morbide allo stesso tempo. « Soprattutto vorrei dimenticare che il pianoforte abbia dei martelletti » . Questa frase molto esplicita di Claude Debussy dovrebbe incitarci ad un ascolto più approfondito del nostro tocco… Essa illustra la mia direzione artistica, la mia cura per i fraseggi, la mia preoccupazione di disegnare le linee del canto e contrappunto «col pennello» e non in modo percussivo.

Durante i corsi, farò spesso riferimento a questi lavori:

– « Le Piano de Marguerite Long » che propone tante soluzioni alle difficoltà del nostro strumento e apre le porte ai grandi studi di Chopin, Liszt ed altri,

– anche alcune edizioni commentate da Alfred Cortot, in special modo quella degli studi di Chopin, pensata meravigliosamente con lo spirito e la finezza di un grande interprete che cura stile, elasticità del fraseggio, pienezza delle sonorità,

– i numerosi articoli molto interessanti di Paul Badura-Skoda, non solo a proposito di Mozart, ma anche per quello che riguarda l’interpretazione del repertorio chopiniano, in particolare la sua ricerca approfondita sull’uso originale del pedale e le diverse fonti d’informazione che descrivono Chopin al pianoforte, osservazioni a mio avviso fondamentali prima di affrontare questo repertorio

… e tanti altri …

Lo studio è un percorso lungo, fatto di periodi di incertezza, errori e rettifiche. Infine, per non perdersi d’animo, ricorderei volentieri le parole di Franz Liszt, eccellente pianista : « Abbiate pazienza con voi stessi », un incoraggiamento a perseverare e a progredire con umiltà, accettando soprattutto di non bruciare le tappe.

ESEMPI

Qualche link da guardare e riascoltare:

Alfred Cortot

Arturo Michelangeli

Dinu Lipatti

Per ulteriori informazioni è possibile contattare : 

Per iscriversi all’Università delle Arti di Berna :

ATTUALITA' PER GLI STUDENTI

Registrazioni, riconoscimenti e premi a Concorsi Internazionali, diplomi nella classe di Patricia Pagny

RICONOSCIMENTI, PREMI E DIPLOMI

2018

CAS ADVANCED DIPLOMA
To XINYI WANG

CONCOURS MUSICAL DE FRANCE – Final in Paris
First Prize to CASSIE BRECHEISEN

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To TIMOTHEE SAVARY

BACHELOR DIPLOMA
To SIMONE CAGNASSO

MASTER SPECIALIZED DIPLOMA
To SO-JUNG YEON

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To TANJA BIDERMAN

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To NIKOLA PESIC

 

2017

BACHELOR DIPLOMA
To DOMINIK BERCHTEN

BACHELOR DIPLOMA
To SIMON HUONDER

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To GIOVANNA GATTO

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To CARLA GARCIA

CONCOURS MUSICAL DE FRANCE – Paris
Second Prize to CASSIE BRECHEISEN

CONCORSO “ANTONIO SALIERI” LEGNAGO – Verona Italy
Third Prize to SIMONE CAGNASSO

XVIII CONCORSO INTERNAZIONALE VALSESIA MUSICA – Italy
Third Prize to SIMONE CAGNASSO

 

2016

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To NIKOLA PESIC

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To HIRGINIA VALLEJO

CAS DIPLOMA
To AIMI SUGO

 

2015

LEGNAGO – VERONA Italy
Third Prize at the «Antonio Salieri International Piano Competition » to TOMOMI HORI

PREMIO « ENRICA CREMONESI » MILANO
First Prize to GIOVANNA GATTO in Duo with Accordionist POLONA TOMINEC PADOVA – Italy

Second Prize at the “13° Concorso internazionale di esecuzione musicale – Premio Città di Padova” to SO JUNG YEON

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To TOMOMI HORI

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To AIMI SUGO

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To TAMAR USENASHVILI

CAS DIPLOMA
To SUNG EUN LEE

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To ANNETTE PHILIPONA

 

2014

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To TANJA BIDERMAN

MASTER PERFORMANCE DIPLOMA
To GIOVANNA GATTO

MASTER PEDAGOGY DIPLOMA
To ZARJA VATOVEC

CAS DIPLOMA
To SO JUNG YEON

 

YAMAHA – YMFE Prize Switzerland
Ex-aequo to AIMI SUGO and MRIKA SEFA

Selection to the Final Degrees at VIRTUOSES DU CŒUR  in Paris
To TOMOMI HORI

 

2013

LEGNAGO – VERONA Italy
First Prize and Special Prize in Interpretation of the 20. Century Piano Works at the «Antonio Salieri International Piano Competition » to AIMI SUGO

CONCOURS MUSICAL DE FRANCE – Paris
Second Prize to MRIKA SEFA

PREMIO « ENRICA CREMONESI » MILANO
Second Prize to AIMI SUGO in Duo with Cellist JUAN MATEO REVILLA

STIFTUNG FÜR JUNGE MUSIKTALENTE – MEGGEN-Lucerne  Switzerland
To AIMI SUGO

 

2010

CAS DIPLOMA
To ERNESTO ROSSI